INULINA: L’INGREDIENTE SEGRETO DELLA PASTICCERIA DEL BENESSERE. - Sana Cucina Italiana
17391
post-template-default,single,single-post,postid-17391,single-format-standard,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-16.6,qode-theme-sanacucinaitaliana,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive
inulina in polvere

INULINA: L’INGREDIENTE SEGRETO DELLA PASTICCERIA DEL BENESSERE.

ALLA SCOPERTA DI QUESTA IMPORTANTE FIBRA NATURALE.

Abbiamo visto in quest’articolo quanto faccia bene al nostro organismo un consumo quotidiano di fibra. Conosciamo le maggiori fonti, dai legumi ai cereali integrali, frutta e verdura. Una nuova ed importante alternativa è l’ inulina, polisaccaride (cioè molecola formata da catene di zuccheri semplici) di riserva delle piante. L’inulina viene estratta soprattutto dalle radici di cicoria, ma anche dai tuberi di dalia e dal tartufo bianco.

Si presenta generalmente in forma di una fine polvere bianca e può essere utilizzata in preparazioni sia dolci che salate. È praticamente indigeribile e viene quindi considerata un carboidrato non assorbibile dal nostro organismo. È poco calorico e con un indice glicemico bassissimo.

Ecco i valori nutrizionali medi per 100g di prodotto

tabella valori nutrizionali inulina

Che effetti ha l’inulina sul nostro organismo?

  • Probiotico (sostanze non digeribili di origine alimentare che, assunte in quantità adeguata, favoriscono selettivamente la crescita e l’attività di uno o più batteri già presenti nel tratto intestinale o assunti insieme al prebiotico). Molti prodotti a base di fermenti lattici contengono anche inulina.
  • Neutralità biologica: l’inulina attraversa l’intestino tenue senza essere degradata; non influenza l’assorbimento di azoto, grassi, amidi, calcio, magnesio e zinco.
  • Riduzione dei trigliceridi: soprattutto in soggetti con cattiva alimentazione.
  • Effetto lassativo.

 

E nella pratica? Come viene utilizzata?

Questa polvere dal sapore neutro viene usata soprattutto in gelateria ed in pasticceria:

  • Incrementare la massa e il volume senza modificare il gusto dell’alimento cui viene addizionata.
  • Per donare maggiore consistenza al prodotto finale.
  • Per evitare, nei mesi più caldi, l’affioramento del burro di cacao in alimenti quali il cioccolato o i cioccolatini.

Non è difficile reperire questo prodotto, basta andare in una parafarmacia o in negozi alimentari ben forniti, soprattutto nei reparti di prodotti natura e benessere.

In casa

possiamo utilizzarla per la preparazione di torte, muffin ed anche pasta frolla o nelle creme. Basta aggiungerne davvero poca (per esempio sostituendo una piccola parte di farina prevista nella ricetta). Addirittura possiamo usarla per preparare una meringa italiana impreziosendo quindi tante preparazioni e beneficiando di tutti gli effetti positivi che le fibre esercitano sul nostro organismo, anche quando mangiamo un pezzo di dolce senza nemmeno accorgerci della loro presenza! È infatti una valida alternativa al sapore della farina integrale che, purtroppo, non a tutti piace.

Dove possiamo comprarla?

Nei supermercati più forniti e soprattutto in parafarmacia; si trova facilmente anche on line.

 

Nei corsi amatoriali e professionali di cucina e pasticceria salutari firmati Sana Cucina Italiana, l’inulina viene trattata approfonditamente con dettagliate spiegazioni, applicazioni pratiche e tante ricette!

 

Articoli correlati

 

tantissima fibra in un piatto di frutta e verduraFIBRA ALIMENTARE: COME, DOVE, PERCHÉ

Un “non nutriente” essenziale per la nostra salute

 

 

 

 

Altre news dal blog

 




Nessun commento

Post A Comment