MERENDA: UN PASTO IMPORTANTE ANCHE PER I PIU’ PICCOLI
17113
post-template-default,single,single-post,postid-17113,single-format-standard,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-16.6,qode-theme-sanacucinaitaliana,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive
la merenda è un pasto importante per la crescita dei bambini

MERENDA: UN PASTO IMPORTANTE ANCHE PER I PIU’ PICCOLI

Cosa vuol dire fare uno spuntino nutriente?

L’equilibrio alimentare della giornata dei bambini di tutte le età va mantenuto anche con una merenda sana. Lo spuntino, in media, prevede circa il 7-10% delle calorie assunte quotidianamente. Ovviamente bisogna tener conto anche delle reali esigenze del bambino: se il piccolo è abbastanza sedentario non si dovrebbe offrire una merenda molto energetica (qualcosa a base di frutta è l’ideale); se, invece, il bambino è in continuo movimento è fondamentale trovare il modo di reintegrare le calorie bruciate.

Ma quali caratteristiche deve avere una merenda per essere considerata corretta?

Innanzitutto dev’essere genuina, con grassi buoni e in quantità limitate; via libera a cereali soprattutto complessi e preferibilmente integrali (abituare il bambino sin da piccolo ad un’alimentazione con cereali integrali lo aiuterà a star bene anche da adulto facendo entrare nella quotidianità il consumo di questa tipologia di alimenti che fa tanto bene al nostro organismo!). Poi frutta fresca di stagione, ma anche cioccolato in tavoletta e frutta secca apportano i micronutrienti di cui ha bisogno per crescere in salute. E le merendine confezionate? Si, ma attenzione! La maggior parte di questi prodotti contiene troppi zuccheri o grassi nocivi per la salute (idrogenati, parzialmente idrogenati o troppo ricchi di grassi saturi). Impariamo quindi a leggere le etichette: se troviamo la dicitura “grassi vegetali idrogenati” o “parzialmente idrogenati” evitiamo di comprarli; anche la dicitura “grassi vegetali non idrogenati” nasconde, in realtà, una quantità troppo elevata di grassi dannosi per la nostra salute. Preferiamo quelli con olio extravergine d’oliva o anche con burro e se l’etichetta riporta la dicitura “grassi vegetali” senza specificarne la tipologia, vuol dire che quel prodotto contiene grassi di scarsa qualità come l’olio di colza o di palma.

sana cucina italiana merenda bambiniMeglio optare per la frutta fresca, macedonie, frullati o anche dolci preparati in casa magari assieme al bambino, che li consumerà con molto più piacere se anche lui ha preso parte alla preparazione.

Se poi il tempo non è mai abbastanza per dedicarsi alla cucina dobbiamo essere sicuri di quello che diamo al bambino leggendo sempre molto attentamente l’etichetta e non facendoci ingannare dalle pubblicità. Anche le tabelle nutrizionali sono importantissime in quanto possiamo verificare la reale presenza di zuccheri semplici, di fibre e degli altri nutrienti. Ricordiamoci, inoltre, che l’elenco degli ingredienti è scritto sempre in ordine decrescente: se lo zucchero compare in cima alla lista o in un prodotto che in realtà non prevederebbe il suo utilizzo, cerchiamo qualcosa che sia più sano per la salute di grandi e piccini! Cerchiamo quindi di dare sempre una merenda nutriente, cioè ricca soprattutto di quei microelementi che aiutano l’organismo a star bene ogni giorno.

Non dimentichiamo che un bambino obeso sarà un adolescente e probabilmente un adulto obeso.

 

Articoli correlati

brownies al cioccolato con fagioli, sani e buoniBROWNIES AL CIOCCOLATO CON INGREDIENTE SEGRETO

Un dolce ottimo per ogni momento

 

 

 

torta di zuccaTORTA DI ZUCCA E CIOCCOLATO

Poche calorie, tanto beta-carotene e sali minerali

 

 

 

 

 

Altre news dal blog

 



Nessun commento

Post A Comment