TÈ: BENESSERE TUTTO VERDE. - Sana Cucina Italiana
17645
post-template-default,single,single-post,postid-17645,single-format-standard,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-16.6,qode-theme-sanacucinaitaliana,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive
tè matcha

TÈ: BENESSERE TUTTO VERDE.

UN CONCENTRATO DI POLIFENOLI.

Il tè è una delle bevande più diffuse al mondo, ricca di tante sostanze che proteggono il nostro organismo e la nostra pelle. I più diffusi in occidente sono i vari tipi di tè nero e quello verde: che differenza c’è tra i due?

La pianta è la stessa, ma ciò che cambia è il metodo di lavorazione: mentre le foglie per la preparazione del tè verde subiscono pochissime lavorazioni, quelle del nero vengono macerate, essiccate e tritate; durante questo processo subiscono ossidazione e quindi una diminuzione del contenuto di polifenoli, oltre che di caffeina. Infatti il tè verde è nettamente più ricco di queste sostanze con conseguenti maggiori effetti benefici sul nostro organismo. Anche il tè nero contiene polifenoli e caffeina, ma in quantità minore.

Una delle molecole più importanti presente è l’epigallocatechingallato, largamente studiato per il suo effetto sul dna, in particolare su quei geni responsabili della nostra longevità.

Effetti benefici

L’uso abituale di tè incide positivamente sulla pressione sanguigna e sul colesterolo totale, diminuendo quello cattivo (LDL). Inoltre in fase di studio è il suo effetto antitumorale in quanto è stato visto come in quelle popolazioni in cui si fa un uso abituale c’è un rischio minore di insorgenza di tumori in quando si ritiene che le catechine (una classe di molecole facenti parte della grande famiglia dei polifenoli) rallentino la proliferazione delle cellule tumorali.

Il tè fa bene anche alla pelle: è stato dimostrato come un uso abituale di questa meravigliosa bevanda  migliori sia le difese da eritemi uv-indotti che elasticità e ruvidità della pelle.

Ovviamente le bevande zuccherate non rientrano nel salutare in quanto ricchissime di zuccheri e solamente al gusto di tè. Non facciamoci ingannare dalle pubblicità! Leggiamo sempre le etichette!

L’ideale sarebbe quindi consumare tè verde senza aggiunta di zuccheri, tenendo in infusione le foglie per almeno cinque minuti per dare il tempo ai polifenoli di trasferirsi nell’acqua che andremo a bere.

Molto importante, inoltre, è evitarne l’assunzione con il latte in quanto le proteine del latte vanno ad inibire l’azione benefica dei polifenoli, inficiando tutto ciò che di buono questa bevanda apporta al nostro organismo.

Il tè matcha

Oggigiorno sentiamo parlare molto del matcha, una specialità di tè verde dove le foglie vengono macinate con una pietra per ottenere una polvere dalla grana molto sottile e dal colore verde acceso. Ovviamente facendo parte della famiglia di quello verde, anche il matcha è una preziosa fonte di molecole bioattive donando benessere al nostro organismo.

Il bello del tè (e soprattutto del matcha) che ben si presta anche all’uso in cucina e soprattutto in pasticceria. Proviamo quindi ad arricchire anche le nostre pietanze con questo prezioso dono della natura!

 

Altre news dal blog

 




Tags:
, ,
Nessun commento

Post A Comment